Se sono, passo

aliti di gelo
mescolano foglie
su esili caviglie
anima di stagno, reggi.
dall’odore di pantaloni, di maglie, di corpi,
a levarti,
se sono,
passo.

di carburante cani rognosi, bagno,
chi ti isola dal giorno io non disperdo, incendio.
l’indifferenza intendo fondere sull’asfalto,
per la tua bituminosa pelle, per le tue screpolature rugginose,
carogne circondo di cemento.
con l’arco voltaico la sfera di ferro che ti hanno serrato addosso,
se passo,
taglio.

salda tieniti il corpo,
per te, se non sono, divento.

Annunci

4 thoughts on “Se sono, passo

  1. ma che bell!!!! Mi ha colpito in particolare alcune parole per me sconsciute ma fanno intuire una sensazione all’immagine: la tua bituminosa pelle, l’arco voltaico. Poesia trainante dal tono “imperativo”, per come la leggo io.
    Il tuo poetare m’incuriosisce, perché si discosta da quello che di solito leggo. Complimenti!!

    • Sei gentile piccolarondine. Cerco di essere a modo mio preciso, diretto, chiaro, nel darle l’odore dei cantieri di strada e dei distributori di benzina che si è attaccato alla sua pelle scura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...