Romani, correre a firmare

QUANDO HAI FINITO DI RASSETTARTI DI PRIMA MATTINA, ALLORA BISOGNA RASSETTARE CON LA MASSIMA CURA IL PIANETA (capitolo V- Il Piccolo Principe)

di Egle1967

Dovete perdonare i toni , forse troppo concitati, ma c’è una faccenda in questi giorni che mi sta a cuore, una domanda alla quale posso darmi diverse risposte, ma non mi piace parlare da sola, e quindi ve la giro.
Perché quando ci viene data la possibilità di “partecipare” alla politica, non lo facciamo mai?
Per lo stesso motivo , forse, per cui ci piace tante urlare poi nelle piazze o davanti ad un televisore,o al bar con gli amici, concludendo che tanto non cambia mai nulla?
E come possiamo chiedere ai rappresentanti politici di render conto ai cittadini del loro operato, se noi siamo i primi a non chieder conto a loro, e a non esprimere cosa vogliamo?
Sto parlando degli otto referendum di Roma.
Apporre la propria firma significa chiedere che vengano messi in discussione temi che di solito non vengono affrontati dai politici, occupati a cercare solo di mantenere la loro poltrona sotto il culo, con giochetti di formazioni elettorali che neanche i vesuviani capirebbero.
Le possibilità che offrono questi referendum sono quelle di spingere la politica a esprimere un opinione e, soprattutto, consentire ai cittadini di esprimere la loro posizione, individualmente e non attraverso una rappresentanza politica che crea “volonta’ popolari” inesistenti.
Stiamo sempre a lamentarci di esprimere un voto senza aver avuto la possibilità di approfondire le posizioni su molti temi cruciali, per poi scoprire che le reali intenzioni dell’eletto non rappresentavano affatto il nostro volere….ecco, appunto , il nostro volere…ma sappiamo veramente cosa vogliamo? Oppure siamo quelli che aspettano di vedere cosa fan gli altri, per poi dire che non ci va mai bene nulla, quando, purtroppo, davvero non possiamo più fare nulla?
Perchè questi referendum darebbero la possibilità di scegliere il prossimo sindaco sulla base della fiducia che sarà in grado di ispirare, darebbero la possibilità ai cittadini romani , di esprimere chiaramente cosa vogliono.
Senza contare che, i risultati di un confronto, che si avrebbe qualora questa primavera si andasse a esprimere la propria opinione,, avrebbero un impatto su tutto il territorio nazionale.
Devo dedurre che non sappiamo più cosa vogliamo?O semplicemente non speriamo più che qualcosa possa cambiare in meglio?O forse, che tutto sommato vale per tutti quel detto romano che dice….” Si nun sei re, nun fa’ legge nova e lassa er monno come se trova”?
Ecco, mi piacerebbe sapere cosa pensano quelli che ancora non sono andati a firmare.
Sapere perché non sono andati. Posso immaginarmelo, ma preferirei saperlo.

Roma conta circa 2, 5 milioni di abitanti , di cui 2 milioni maggiorenni.
Servono 50.000 firme perché questi referendum possano essere proposti.
Mancano , più o meno, 10.000 firme. E non c’è più tempo. Il termine è il 15 Ottobre.
I quesiti sono questi:
1. Il primo quesito riguarda il tema della mobilità. L’obiettivo della proposta è di ridurre il traffico privato nel centro storico, anche per consentire ai mezzi pubblici di essere puntuali. Si propone la creazione di corsie preferenziali protette, la trasformazione dei treni pendolari in linee metropolitane e la creazione di piste ciclabili.
2. Mare. Si propone il libero accesso dei bagnanti al mare e un riequilibrio al 50% tra spiagge libere e attrezzate.
3. Registro dei testamenti biologici. Si propone l’istituzione di un registro comunale dei testamenti biologici per raccogliere le disposizioni, in maniera anticipata, dei trattamenti sanitari che ognuno vuole per sé.
4. Famiglie di fatto. Si chiede la rimozione delle discriminazioni nei servizi e nelle attività del Comune, sia per le famiglie sposate, sia per quelle eterosessuali e omosessuali.
5. Libertà di scelta nei servizi alla persona. Si chiede di estendere i bonus per utilizzare nei servizi affidati alle strutture private, come asili nido e l’assistenza per gli anziani e disabili, a tutte le famiglie.
6. Ambiente. Si chiede al Comune di modificare il Piano Regolatore Generale (PRG), cioè il piano che regolamenta l’edilizia della città, per rallentare il consumo di suolo con nuove costruzioni, per un recupero «qualitativo ed energetico» del patrimonio esistente.
7. Rifiuti. Si chiede di migliorare la politica attuale di smaltimento dei rifiuti e di aumentare la raccolta differenziata, soprattutto quella porta a porta, e di diminuire l’utilizzo delle discariche, soltanto per i rifiuti trattati.
8. Riduzione dei costi. Si chiede di abbassare i costi dell’amministrazione azzerando i Consigli di amministrazione delle aziende municipalizzate, affidando tutte le funzioni a un amministratore unico.

Direi che vale la pena di darsi una mossa!

di Egle

Invito anche a leggere il post di Giuseppe Armando

Il website dei referendum

Annunci

18 thoughts on “Romani, correre a firmare

    • E’ sbagliata la compilazione automatica del comando “a href” di wp. Infatti usando l’apposito tasto “link” e chiedendo l’apertura del target in una nuova scheda, viene compilato il seguente codice che non capisco e che infatti il browser non interpreta:

      erroneamente compilato con il comando “link”:
      (a href=”http://cinechiacchiereenonsolo.iobloggo.com” title=”di Egle” target=”_blank”)(/a)

      correttamente compilato a mano:
      (a href=”http://cinechiacchiereenonsolo.iobloggo.com ” TARGET=”new”)di Egle(/a)

      Ho sostituito dal codice i simboli > < con le parentesi per consentirne la visualizzazione.

      Ciao Germogliare.

  1. Grazie Giulio. La tua sensibilità è pari al tuo impegno. Tanto più preziosi in quanto, in quest’aiuola che ci fa tanto feroci, sono rari, anche presi singolarmente. E’ bello, per un marziano come me, scoprire di non essere più solo.Grazie

    • L’impegno è scarso, Giuseppe, lo vedi, come il tempo che ho a disposizione che in vista di nuovi impegni sarà sempre meno. E mi dispiace. Più che il tempo che si dice si trovi sempre, è la disponibilità mentale che sarà dirottata violentemente e temo pressoché integralmente in altre cose meno gratificanti. Ho paura di non avere più il tempo di leggere. Però ci sei tu, c’è la sconfinata Egle che traina con la sua inesauribile energia e capacità nonostante anche lei non abbia tempo, e pochissimi altri a dare un senso a questo blog anche ridotto al minimo e a farmi sentire meno solo in mondo in cui non mi trovo. Grazie a voi.

  2. 🙂 Sul sito di “Roma si muove appare questo appello “: “L’unico modo per farcela è …il passaparola”…e credo che valga in senso universale…il passaparola, non solo per raggiungere il quorum previsto per le firme di Roma, ma per coinvolgere, appassionarsi, per abituarci a “pensare” e ” scegliere”, sempre.
    Anche questo si fa qui dentro, con i blog.
    Grazie a te Giulio!

  3. ah! a dire il vero, qui ci coinvolgiamo e ci facciamo trascinare l’un l’altro, con splendidi scambi che producono passioni, interessi a attenzioni..ma in questo specifico caso, come in altri in verità, il trainatore è stato Giuseppe, per me.

    p.s. mo’ aspetto il momento giusto per parlare di “salvataggi”….
    ciao!

  4. Lo so che in questo caso è stato Giuseppe a ricordare l’importanza dei referendum di Roma, con un post come suo solito molto vasto. Ho scelto il tuo perché più immediato e diretto e volutamente più mirato allo scopo. Forse anche perché successivo. Vediamo se raggiungono le firme; sarebbe un evento di rilevanza nazionale.

    ps. ah ah, cara Egle, temo che molti si addormenteranno a sentirmi parlare di salvataggi, a quella maniera. Più che altro sono curioso di saper come fanno gli altri. Sai che non ne ho idea…Qualcuno dirà che sono truce e antiquato. Vediamo 🙂

  5. Per piacere, mi dici dove trovo, qui sul tuo blog, quel mini corso di finanza, ché l’ho cancellato per sbaglio dai miei documenti (e la mia memoria è bucata come le mie tasche)?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...