Ricetta

Non vorrei trovarmi a scegliere tra rischiare la vita nelle piazze per le mie idee o provare ad abbattere il rischio fatale col culo sul divano impegnato a produrre post d’accompagnamento, perché morire ammazzato da un altro è un’ingiustizia che non si può inquadrare e nelle piazze, in effetti, così si muore.

Non ci si ammazza per qualche concorrente onorevole o indecente, la violenza fa la partita di un potere prepotente. Trovandosi pressoché tutti d’accordo sul fatto che la vita di ognuno è tutto e che nessuno, almeno qui, debba essere una pedina persa in un gambetto, allora pensavo potrebbero tenersi combattimenti tra politici, casomai dovessero chiederci di spararci l’un l’altro per loro; corpo a corpo, niente armi. Dispongo che si organizzino scontri tra prospettanti guerre civili di diversa fazione o della stessa, da tenersi in qualche fangaia da calcio di periferia. E uno streaming.

Annunci

17 thoughts on “Ricetta

  1. In effetti nell’arena ci siamo noi, stremati dalle continue ingiustizie e dall ‘incapacita’ di fare politica dei nostri.
    Si respira ovunque uno stato di illegalita’ , di insicurezza, e gia’ si combatte difendendo il proprio giardino cercando di farsi da soli giustizia.
    E non parlo di quelli che fan fatica ad arrivare a fine mese, no, quelli ancora una dignita’ ce l’hanno, parlo di chi pensa ancora di salvare il salvabile, fomentando odio e razzismo, focalizzando sempre fuori da loro il” male” che quindi va distrutto.
    Perche’ e’ questo che ancora ci interessa: salvare il nostro giardino, con la convinzione che si possa farlo senza pensare alla situazione generale…alcuni pensano di andar via, altri si difendono come possono.
    Se fossimo gente che ha nel sangue il senso profondo della giustizia, e della dignita’ , saremmo scesi a fermare e protestare contro i manifestanti di ieri che gridavano l’innocenza diB.
    Ma non e’ cosi’…speriamo ancora che qualcun’altro ci salvi, e se non sara’ cosi’ , possiamo sempre guardare ai Santi e chiedere che guardino giu’. Perche’ e’ questo che siamo. Forse solo quando davvero non avremo più’ di che sfamarci, allora ci alzeremo dai nostri divani…perche’ non dimentichiamo che tanti li hanno ancora votati …
    Comunque non mi accontenterei dello streaming, vorrei uno spettacolo dal vivo.:-)

  2. Viviamo in uno stato criminale e possiamo ancora illuderci che non sia così, se non conosci e non ti addentri nella storia e nelle notizie, puoi vivere beatamente nel beneficio del dubbio, e forse a noi piace vivere finche si può’ in questo sogno.
    Questo stato di illegalita’ , denunciato anche dalla Ue, e’ decenni che si perpetua e le faccende di B. , oggi, hanno solo reso evidente cio’ che già era e che tanti sapevano, chiudendo gli occhi, perche’ faceva comodo cosi’.
    Ed ora? Messi alle strette da una situazione di crisi, ancora molti hanno pensato di salvarsi votandolo, e saranno gli stessi che faranno di tutto per ‘usare ” questa situazione per andare a votare di nuovo ( ovviamente con la stessa legge elettorale costruita ad hoc da loro stessi) e per legittimare definitivamente uno stato in cui la legge non serve piu’i a nulla , salvo quella fatta ogni mattina dal B. di turno, a proprio uso e consumo..

  3. Nel 2011  Chirac fu condannato a due anni per abuso di potere e appropriazione indebita, non risultano nelle cronache di quel periodo manifestazioni a sostegno dell’ex presidente condannato né palchi allestiti sulla Champs-Elysées con relativa distruzione di parte dei beni comuni.
    E si parla di Chirac, mica di un berlusconi qualunque.

    Se, come ci ha fatto sapere Ignazio Marino, nessuno aveva chiesto i permessi per allestire il palco, demolire parte del suolo pubblico per fare spazio all’orrido teatrino allestito per silvio berlusconi perché nessuno è intervenuto mentre stavano compiendo l’abuso?

    • Insistere a proporre se stessi e scalzare la Giustizia sputando davanti a tutti sul principio scritto sopra le aule dei Tribunali, perlopiù con il sangue, facendo credere al popolo di essere un martire e non un evasore schiacciato dalle prove, è tentare un Colpo di Stato, non so quanto blando, quanti siano quelli che non sanno esistere senza di lui. Basta insistere a invocare la partigianità della Magistratura e per una parte di Italiani sarà per sempre e qualunque sia la verità più evidente, il giusto, il salvatore. Sarà una dinastia visto che a mali estremi sembra possa bastare loro anche solo il suo cognome.

      • Qui Odino , lo Stato sta scomparendo…siamo belli che pronti per essere spazzati via …mi fa paura la compattezza di un certo fondamentalismo religioso Islamico che sta avanzando sempre di più’….una mia amica algerina mi ha detto oggi che ogni volta che torna in Algeria constata che la situazione delle donne peggiora sempre di più’…

  4. Non so quale sia la ricetta, io neanche mi sporcherei a fare un corpo a corpo con degli idioti presuntuosi. Vorrei poter lottare contro un nemico che considero al pari, di intelligenza e di credo, solo con parametri diversi dai miei. Oppure che siano orchi che posseggono solo forza fisica. E invece, eccomi verso questi individui mine vaganti e sento di non avere forza alcuna. Nessuna possibilità di lotta mi sembra possibile, quasi capaci di farmi sentire fuori luogo in questa terra storicamente impregnata di saperi e oggi persa in un desolato sconforto di mediocrità.

    • Il corpo a corpo tra politici prospettanti guerre civili (dunque non dovrebbe coinvolgere noi) lo vorrei consumato dove è stato assassinato Pasolini. Gli italiani sugli stessi spalti di tubi Innocenti sempre più corrosi e di putrelle con l’anima senza più le ali per vedere se siamo gli stessi di allora o se abbiamo imparato ad avvertire lo scricchiolio deii primi cedimenti nei vincoli, il suono delle assi di legno troppo sordo.
      Anche io non ho forza e lo si vede anche dal fatto che sono di poche parole; non so più che dire, mi scappano questi post ma poi mi pesa parlarne, ripetermi ancora e dover dire cose che dovrebbero essere scontate. Se a un italiano su due piace lo stile di Berlusconi o quello di Grillo o di un Bondi, ciò che dicono e il loro modo di fare, e se qualcuno vede più similitudini tra il Ministro Kyenge e una scimmia piuttosto che tra un Calderoli e il lombrico (anche li mi stava scappando un post), se per la metà degli italiani devono essere questi modelli di uomini fighi, io non so che fare.

  5. Un’ottima idea 🙂 Ma certamente scenderebbero nell’arena delle nerborute controfigure 😉 Vabbé… mi vado a sentire “Gli spari sopra” di Vasco, va’! 😀

    Ah… ben tornato sul tuo blog, eh! 😛

    http://www.wolfghost.com

  6. Caro g,scusami se uso questo spazio per comunicare ma non ho altre possibilità. E’ dal 26 che tento di rispondere alla tua mail ma mi giunge sempre la notifica che l’invio fallisce ( credo di aver capito che finisca in SPAM). Pvt su questa piattaforma non sono mai riuscito ad inviarne. Sul mio blog spero di aver rimosso l’ostacolo che ti impediva di commentare. Ah, per non farmi mancare nulla può darsi che nei prox giorni resti senza linea telefonica perché sto litigando con varie compagnie telefoniche. Spero che tu abbia giornate più serene. Ciao.g

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...